5 segreti per una perfetta crema pasticcera

//5 segreti per una perfetta crema pasticcera

5 segreti per una perfetta crema pasticcera

Uova, latte, zucchero, vaniglia, bastano pochi ingredienti per dare vita ad una delle creme più amate: la crema pasticcera! Perfetta per farcire bignè, profiteroles, cannoncini di pasta sfoglia e torte, si può considerare la base della pasticceria. Realizzarla è molto semplice, ma vi svelo i 5 segreti per una perfetta crema pasticcera sempre al top!

La crema pasticcera è la regina incontrastata delle creme utilizzate in cucina e la base per molte ricette gustose. QUI troverete la ricetta e il procedimento dettagliato per realizzarla.

La perfetta crema pasticcera deve assolutamente avere queste due caratteristiche:

  • la superficie liscia di un colore giallo tenue e lucido;
  • al palato non deve risultare farinosa, gli ingredienti devono essere perfettamente amalgamati.

Bene, ma come fare ? Ecco i miei 5 segreti!

  • Latte: questo ingrediente è la base della crema. Deve essere rigorosamente fresco e a temperatura ambiente! In caso di intolleranza al lattosio, è possibile sostituirlo con latti “alternativi” come quello di soia, di mandorla oppure anche di cocco.
  • 8 segreti per una perfetta crema pasticceraUova: devono essere fresche e la loro quantità deve essere rispettata. Le uova non solo danno sapore alla crema, ma sono un addensante naturale. Per cui se volete diminuirne la quantità dovrete aggiungere altro l’amido per mantenere la stessa struttura.
  • Addensanti: la crema pasticcera deve essere addensata, ma quale usare? Potete sceglierlo in base all’utilizzo che bisogna farne della crema. Se va mangiata al cucchiaio potete farla fluida, mentre se deve farcire un dolce optate per una crema più densa.
  • Aromi: sono importantissimi! Infatti decideranno il sapore della vostra creazione. Potete utilizzare l’essenza di vaniglia oppure scorse di agrumi come arancia e limone ma anche liquori e spezie!
  • Cottura: per ultima, ma non meno importante, la cottura è essenziale e, se fatta male, può rovinare il tutto! a fatta a fuoco moderato: non forte, ma nemmeno lento. Il punto critico è che il calore deve essere omogeneo, il che non è semplice visto che arriva solo dal fondo del pentolino. Occorre quindi utilizzare una pentola con buona trasmissione del calore (acciaio) e tenere la crema in costante e dolce agitazione: è il motivo per cui le nonne mescolavano sempre nello stesso verso e alla stessa velocità. Idealmente la temperatura non deve superare i 92°, ovvero la crema non deve mai bollire, ma tutt’al più leggermente sobbollire fino alla giusta consistenza.

Spero che questo articolo vi sta stato utile! Ricordate di condividerlo su Facebook e lasciare un bel mi piace a tutti i social per restare sempre informati!

Vota la Ricetta:
By | 2018-09-07T16:02:04+00:00 settembre 7th, 2018|BohemyBlog|

About the Author:

Emy Price
Appassionata di fotografia, disegno, manga, anime, film, e ovviamente la pasticceria e tutto ciò che comprende. Curatrice del sito e di pagine sui più importanti social network vi svelerò tutti i miei segreti.

BohemyCake Social Comment:

Send this to a friend