Tutti i trucchi per un perfetto Pan di Spagna

//Tutti i trucchi per un perfetto Pan di Spagna

Tutti i trucchi per un perfetto Pan di Spagna

Nonostante sia composto da pochi e semplici ingredienti, realizzare un perfetto Pan di Spagna non è per nulla semplice! In questo articolo vi svelo tutti i segreti per realizzare questa preparazione!

 

L’origine di questa preparazione è avvenuta per mano del cuoco genovese Giobatta Cabona che, nel Settecento, si recò  in Spagna al seguito dell’ambasciatore della sua città. Fu in occasione di un importante banchetto che il cuoco cercò una ricetta che potesse stupire e rendere omaggio alla corte spagnola. Ideò quindi una torta che raggiunse il consenso dei commensali grazie alla sua semplicità e allo stesso tempo incredibile leggerezza.  In onore alle origini del cuoco, si decise cosi’ di battezzare il sorprendente dolce con il nome di Pâte Génoise, la quale, in poco tempo, conquisto’ un posto d’onore nella pasticceria.

Tutti i trucchi per un perfetto Pan di SpagnaSuccessivamente, alla ricetta originale seguì una sua versione più semplice, che acquisì il nome di Pan di Spagna in omaggio alla corte che ne aveva stabilito il successo.  Sebbene le materie prime fossero le stesse, la differenza stava nella preparazione, più facile rispetto all’originale: nel Pâte Génoise gli ingredienti vengono mescolati in un tegame cuocendo a bagnomaria, mentre nel pan di Spagna si separano i tuorli dagli albumi e si preparano a freddo.

  • Dosi e ingredienti.

Il Pan di Spagna originale è composto da soli tre ingredienti eppure è difficile darvi una ricetta ben precisa. Le dosi e gli ingredienti possono infatti variare a seconda dell’uso che volete farne. Il lievito è assolutamente bandito dalla preparazione del Pan di Spagna! L’importante è montare correttamente l’impasto, incorporando un’abbondante quantità d’aria.  Le uova devono essere obbligatoriamente a temperatura ambiente, quindi estraetele dal frigorifero in tempi opportuni.

Non aprite assolutamente il forno prima di 30 minuti e, soprattutto, verificate la cottura prima con gli occhi (la superficie deve essere bella dorata ma non troppo scura). Fate la prova dello stecchino solo quando siete sicuri e, cosa molto importante, lasciate il Pan Di Spagna a forno spento prima di tirarlo fuori per almeno 5-10 minuti. Questo consentirà di non creare lo shock termico e quindi di mantenere la forma regolare della tortiera. Se il vostro Pan Di spagna sprofonda al centro appena aperto il forno vuol dire che era poco cotto. Se invece durante la cottura si alza troppo e fa “l’effetto vulcano” allora la temperatura era troppo alta.

Infine, ma non meno impostante,  il perfetto Pan di Spagna deve essere ben freddo infatti molti consigliano di prepararlo per il giorno dopo. Sarà più facile da tagliare e, soprattutto se utilizzato per torte decorate, reggerà meglio il peso. Potete anche congelarlo per un paio di mesi o conservarlo in un luogo riparato e asciutto avvolto da pellicola per 3 giorni.

 

Spero che questi consigli vi siano stati utili. Passate a leggere anche  Come recuperare la pasta frolla impazzita .

 

Vota la Ricetta:
By | 2018-01-04T19:59:39+00:00 gennaio 5th, 2018|Consigli|

About the Author:

Emy Price
Appassionata di fotografia, disegno, manga, anime, film, e ovviamente la pasticceria e tutto ciò che comprende. Curatrice del sito e di pagine sui più importanti social network vi svelerò tutti i miei segreti.

BohemyCake Social Comment:

Send this to a friend