Come usare la planetaria

//Come usare la planetaria

Come usare la planetaria

Laplanetaria è un utilissimo mini elettrodomestico da cucina, perfetto come aiuto nelle lavorazioni di impasti che richiederebbero molta manualità e impegno.

Nata in ambiente professionale, è oggi diventata uno strumento utilissimo, per qualcuno addirittura indispensabile, anche in ambiente domestico! Ma come si usa? Vediamo insieme sfruttare al meglio questa meravigliosa invenzione!

La planetariaè un elettrodomestico, per uso professionale e domestico, utilizzato per montare, amalgamare e impastare. La sua caratteristica principale, che la distingue da una impastatrice semplice o uno sbattitore elettrico, è il suo movimento di lavorazione, che si definisce appunto “planetario”, ricordando il moto di rotazione e di rivoluzione dei pianeti.

Come usare la planetariaIl braccio della planetaria infatti, oltre a compiere un moto rotatorio che permette alla frusta  di ruotare su se stessa, compie anche un movimento di rotazione per il qualche la frusta gira tutt’intorno alla ciotola.

Questa doppia rotazione permette di ottenere il massimo dell’efficienza dalla lavorazione, incorporando molta più aria che con un normale sbattitore e assorbendo e lavorando tutto l’impasto contenuto nella ciotola.

A seconda del modello che hai scelto, la tua planetaria può avere più o meno elementi, ma tre accessori sono uguali per tutte: le fruste.

Fruste a filo.

La frusta a filo è molto simile a una frusta a mano, composta da tanti fili metallici. È perfetta per amalgamare tutti quegli impasti liquidi o semiliquidi come pastelle e affini, soprattutto quando vanno montati, ad esempio panna, albumi e tutti i composti che necessitano di incorporare aria, come il pan di Spagna.
Le vostre meringhe e la vostra panna montata saranno gonfie e spumose come non mai, e poi, volete mettere la comodità di lasciar fare il lavoro alla planetaria e potervi occupare di altro, invece di passare 10-20 minuti davanti alla ciotola con frusta a mano o sbattitore?

Come usare la planetariaFrusta piatta.

Spero che questo ari

La frusta piatta (detta anche a foglia, considerato il suo sottile spessore, o a K per il disegno che essa presenta al suo interno) è la frusta più utilizzabile con questo tipo di elettrodomestico. Con questa tipologia di frusta si riesce ad impastare tutti i tipi di impasti morbidi (né troppo liquidi, né troppo duri) o a mescolare. Con questa frusta si lavorano alla perfezione impasti come quelli dei muffin ad esempio (che non necessitano di un mescolamento eccessivo), si possono avviare le prime fasi di lavorazione di impasti duri (come pane o pizza), almeno fin quando l’impasto non diventa compatto e necessita di maggiore potenza per essere lavorato.

Frusta a gancio.

Il gancio o frusta a spirale (dalla sua forma) è specificamente indicata per la panificazione, ovvero tutti quegli impasti lievitati come pasta per il pane o per la pizza, brioche, focacce e panettoni, che richiedono una certa energia. Grazie alla sua forma particolare e alla rotazione della ciotola, i vostri impasti risulteranno lisci e omogenei, forti e senza grumi.

Spero che questo articolo vi sia stato utile! Al prossimo.

Vota la Ricetta:
By | 2018-10-05T14:25:19+00:00 ottobre 5th, 2018|Consigli|

About the Author:

Emy Price
Appassionata di fotografia, disegno, manga, anime, film, e ovviamente la pasticceria e tutto ciò che comprende. Curatrice del sito e di pagine sui più importanti social network vi svelerò tutti i miei segreti.

BohemyCake Social Comment:

Send this to a friend